Maurizio Martina: tutto sul candidato alla segreteria del PD

postato in: Curiosità | 0

È uno dei “volti giovani” del Pd, nonostante sia dentro il partito dal giorno zero. Maurizio Martina è nato il 9 settembre 1978 in provincia di Bergamo, a Calcinate, e nella sua storia politica ha spesso ricoperto ruoli dietro le quinte.

Si è iniziato a parlare molto di lui dal momento in cui ha ottenuto la reggenza del Partito democratico, dopo le dimissioni dell’ex segretario Matteo Renzi nel post elezioni del 4 marzo 2018.Nonostante l’età, però, la sua è una carriera politica molto lunga, iniziata nelle fila della Sinistra giovanile. E che ora potrebbe portarlo alla segreteria del Pd, dopo la sua candidatura alle Primarie del partito.

Maurizio Martina | Carriera | Gli inizi
Nato da una famiglia di operai, Martina consegue il diploma di tecnico agrario a Bergamo. È laureato in Scienze politiche. In questi anni svolge le sue prime esperienze politiche: prima aderisce al Movimento degli studenti, poi (nel 1999) viene eletto consigliere comunale a Mornico al Serio.Aderisce alla Sinistra Giovanile (la “primavera” dei Democratici di sinistra) e nel 2002 entra a far parte della segreteria regionale, in qualità di responsabile per il settore lavoro.

La sua sarà una vera e propria scalata al partito: nel 2004 è segretario provinciale dei Ds, due anni dopo è segretario regionale.

Maurizio Martina | Carriera | Il Pd e gli incarichi nazionali
Nel 2007 aderisce al neonato Partito democratico, di cui è subito segretario regionale. Dal 2010 ricopre anche il ruolo di consigliere regionale in Lombardia.

Nel 2013 arriva la chiamata del premier Enrico Letta, che lo nomina sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali.
Dopo l’avvicendamento tra Letta e Renzi a Palazzo Chigi, Martina viene nominato ministro delle Politiche agricole (con delega ad Expo). Ruolo che mantiene anche con Paolo Gentiloni.

Maurizio Martina | Carriera | La reggenza del Pd
Dopo le elezioni politiche del 4 marzo 2018, nelle quali viene eletto deputato, viene fatto il nome di Martina per assumere la reggenza del Pd dopo le dimissioni di Renzi.

L’obiettivo di Martina, da segretario dem, è quello di traghettare il partito verso il Congresso. A maggio 2018 Martina viene confermato segretario reggente dall’Assemblea nazionale dem.

Il 22 novembre 2018 scioglie le riserve circa la sua candidatura alle Primarie del partito. Dopo qualche settimana di riflessione, Martina decide dunque di concorrere alla segreteria Pd.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *